Oggi vorrei dedicare un po’ di tempo allo Sposo…spesso lo boicottiamo a favore della sposa, che da sempre è l’unica protagonista, ma per fortuna negli ultimi tempi sta cambiando, questa usanza, e anche lo sposo merita il podio. (personalmente non faccio nemmeno fare l’ingresso in chiesa allo sposo se non ho fatto sedere tutti gli ospiti)

Quindi ricapitolando… lo sposo sarà anche lui il protagonista indiscusso, partiamo dal primo punto fondamentale che ci aiuterà a scegliere l’abito adatto : a che ora si terrà la cerimonia?
Non dimentichiamoci che alcuni abiti per quanto eleganti ma sono abiti da giorno, il tight ad esempio è solo ed esclusivamente un abito da giorno, NO TIGHT DOPO LE 16.00.  Altrimenti dobbiamo pensare a uno smocking, che in realtà non è nato come abito da cerimonia, ma è stato sdoganato negli ultimi anni per via delle innumerevoli cerimonie serali. Benissimo quindi punto
1) l’ora di inizio cerimonia
Punto numero

2) altezza sposo …                                                                     E si cari miei uomini, se siete amanti dell’eleganza e vi sposate    di giorno, non è detto che possiate indossare un tight o un mezzo tight, considerando il fatto oggettivo che la lunghezza della giacca di questo capo è più lunga delle comuni giacche e potrebbe non starvi affatto bene, risultereste più bassi della vostra statura,     e se siete amanti della buona tavola il risultato potrebbe essere deludente.                      Quindi che si fa?
Si potrebbe optare per un bell’abito di taglio sartoriale, quelli che essendo eseguiti a regola d’arte vestono esattamente la vostra fisicità esaltandone le caratteristiche.                           
Altro punto NO è:
3) no sposo in bianco …partendo dal presupposto che il principe azzurro è azzurro non bianco, e che il bianco e della sposa, un abito da sposo in bianco è davvero di cattivo gusto… e non lo dice Barbara la wedding planner, lo dice il…                                                                                                                                                                     Bon ton … sarebbe una scelta davvero molto molto kitsch. 
Quindi:
1. Ora cerimonia
2. Fisicità
3. Buon gusto                                                                                                                                           La cravatta potremmo sostituirla con un papillon verso sera o con un plastron.
Di grande impatto e d’effetto sarà l’utilizzo del gilet, completerà il vostro look in maniera perfetta.
Non dimentichiamoci l’importanza della camicia, di sartoria anch’essa oppure di produzione, l’importante
che abbia i famosi polsini per i gemelli da cerimonia, per il collo, molto dipenderà dal vostro collo, e dell’abito che sceglierete, per optare sul un collo smoking, molto bello ma non adatto a tutti, oppure un classico sartoriale collo alla francese.

Il tutto potrà essere accompagnato da dettagli importanti, abbiamo parlato di gemelli, che potranno ricordare lo spillone del plastron, ma anche scarpe e cintura faranno da padrone, a volte possiamo sostituire la cintura con le bretelle, grande ritorno di in eleganza anni 40/50.                                                                                                                               E non dimentichiamoci inoltre, per chi scegliesse il tight, che la regola della formalità dice
tight=cilindro=guanti= bastone da passeggio!
siete disposti a prendervi tutto il pacchetto?                                                                             Se volete essere seguiti e supportati nella scelta del Vostro abito da sposo, Agenzia1870 con anni di alta sartoria alle spalle può essere la vostra soluzione,chiedeteci senza problemi in che modo possiamo esservi utili, sarà un bellissimo viaggio da fare insieme, con sartorie uomo, e atelier specializzati in questo.
Barbara
Agenzia1870

ultima modifica: 2018-07-26T14:23:19+00:00 da Barbara Filippini
Share This